Come sopravvivere alle ferite di Natale: muffin al cioccolato, meringa all’italiana e ribes

muffin-ribes-e-meringa-italiana

C’erano una volta la Nina, la Pina e la Sandra detta Maria (non si è mai capito perché…). Queste tre erano amiche praticamente da sempre e ogni anno si incontravano pochi giorni prima delle feste di Natale per scambiarsi i regali in pace.

Pace per modo di dire. Perché la Pina e la Sandra detta Maria, anni prima si erano accoppiata con dei maschi Zeta ai quali avevano dato, rispettivamente, 2 e 3 pargoli perennemente urlanti. La Nina, che invece si riproduceva solo in zitellaggine, sperava che ad ogni incontro con le amiche d’infanzia queste avessero finalmente compreso e accettato l’esistenza e la vasta diffusione di valide babysitter, facendone un ampio e proficuo utilizzo con i loro pargoli. Ma anche con i mariti…

Invece no, niente. Ad ogni incontro dovevano essere presenti come minimo da 2 a 4 nanetti incapaci di stare seduti e fermi e almeno uno dei due bipedi da loro sposati, se non addirittura tutti e due. Motivo per il quale Nina aveva frequenti impegni, improvvisi e dimenticati, dopo circa 30 minuti con tutta ‘sta gente.

Ma quel pomeriggio Nina varca la soglia della sala da tè in cui l’aspettano le amiche, pronta ad accettare qualsiasi cosa, perché Lei, quel giorno, aveva ricevuto da Lui il regalo di Natale più regalo di Natale di tutti i regali di Natale: il cofanetto Relax in coppia con 1 notte inclusa!

Fiera e felice, come se avesse appena vinto il Nobel per la medicina, mostra alle amiche il suo trofeo. E queste iniziano a squittire. “Ma allora è fatta”, “Siete una coppia”, “Che bello” “Era ora!”. E avanti per interminabili minuti di giubilo, con un sottintinteso di “finalmente non sei più zitella”.

“Ma quando te l’ha dato?” chiedono in coro. “Stamattina l’ho trovato sul tavolo quando lui è andato via… Romanticissimo!”

Cominciano a sfogliare il catalogo e mentre i nanetti urlano, corrono e si lanciano cibo, le tre amiche scelgono la meta d’amore. “Devi prenotare subito, così ci andate a Capodanno”, “Siiii, prenotaaa!!” la incitano. “Ma no, dovrei sceglierlo con lui, poi ci resta male” dice invece la Nina. “Ma che dici? Quando mai i maschi decidono qualcosa” le urla la Pina. “Verissimo prenota subito!” le dice la Sandra detta Maria.

Così la Nina si attacca al telefono e prenota il tanto agognato Relax in coppia con 1 notte inclusa.

“Però ora devo dirglielo subito” le avverte la Nina e comincia a scrivergli in chat: “Ho trovato il cofanetto e ho subito prenotato per Capodanno in un posto bellissimo! Non ti dispiace vero?”. Silenzio… Dopo 30 minuti, passati in tre a guardare lo schermo, finalmente visualizza e legge. Altro silenzio… Panico nella sala da tè e non solo perché i nani hanno buttato a terra un cameriere con tanto di vassoio stracolmo. All’improvviso, quando tutti avevano perso le speranze, nella sala infestata dai piccoli poltergeist, echeggia un bip.

E’ lui. La Nina dà lettura: “Ecco dove era finito il regalo! Grazie è stata un’idea carina, anche se forse i miei avrebbero preferito scegliere da soli la meta. Magari possono cambiarla… Passo dopo a prendere il cofanetto.”

Nella sala piomba il silenzio. Le madri amiche chiamano a loro i pargoli, spaventate da una reazione senza precedenti della Nina ferita.
Ma lei non proferisce verbo. Si alza, si fa largo tra i bambini, calpestandoli, e va dritta a casa.

Casa nella quale rimarrà fino al 1 gennaio cibandosi solo di quello che aveva preparato per il 25 dicembre: muffin al cioccolato, ribes e meringa all’italiana.

I preferiti da lui.

Setacciate in una ciotola 200gr. di farina, 1 bustina di lievito in polvere, 1 cucchiaino di cannella, 50gr. di cacao amaro e un pizzico di sale, aggiungete 100gr. di zucchero di canna e mescolate.
In un’altra ciotola unite, a 2 uova sbattute, 200ml. di latte e 70ml. di olio di semi e poi versate il composto liquido in quello secco. Amalgamate bene e aggiungete 100gr. di gocce di cioccolato. Con un dosa gelato riempite per metà i pirottini e affondateci dentro qualche ribes. Poi infornate in forno già caldo a 180° per circa 20 minuti. Intanto preparate la meringa italiana. Montate a neve 2 albumi a temperatura ambiente, aggiungete 2/3 gocce di limone e un po’ per volta 120gr. di zucchero a velo. Montate fino ad avere una meringa soda.
A cottura dei muffin quasi ultimata (fate prova stecchino), estraeteli dal forno e ricopriteli con la meringa ottenuta e poi fateli cuocere per altri 5 minuti. Una volta pronti, cospargeteli di ribes e lasciate raffreddare.

Annunci

3 Comments Add yours

  1. Oh mamma che macello! Meglio mangiarci su anche in questo caso…!

    Mi piace

    1. alincucina ha detto:

      Mangiarci su sempre!😉

      Mi piace

      1. La risposta a qualsiasi dilemma!

        Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...