Miss Brownies

Brownies

In occasione del mio ennesimo genetliaco, i miei adorati amici di sempre hanno pensato bene di impegnarmi l’intera giornata di un agognato sabato di sole, regalandomi e relegandomi in un corso full immersion di dolci americani.
Che cari questi amici…

Tra il tanto glucosio incontrato quel giorno, ho avuto modo di conoscere da vicino anche quello strabordante dai famosi cupcake sdoganati dalla serie fantasy Sex and the City.
In tale serie le 4 protagoniste, impeccabilmente in carriera e alla moda (ricordo manichini imparruccati della Standa vestiti con più gusto), non solo hanno un alto tasso di incontri sessuali a puntata che neanche Cicciolina ai tempi d’oro, ma soprattutto ingurgitano i suddetti glicemici dolci, riuscendo ad oscillare costantemente tra la taglia 32 e la 34 (quando sono in quei giorni…). Quindi, una serie fantasy.

I cupcake sono dei panetti di burro sotto mentite spoglie di dolcetti per bambini e richiedono anche una certa abilità nella decorazione, ciò li porta automaticamente ad essere esclusi dalla mia vita culinaria.

Indi per cui concentrerò le mie attenzioni e gli ingredienti contenuti nel mio frigo sulla preparazione di un’altra americanata affrontata durante il sabato: gli apparentemente innocui brownies.

La ricetta originale ovviamente reclama quantità di grassi che in casa non ho (sono tutti sui miei fianchi), quindi dovrò ridurre il burro a 125gr. A questo aggiungiamo 220gr. di cioccolato fondente, 250gr. di zucchero di canna, 10gr. di vaniglia, 2 uova intere, 110gr. di farina, 4 gr. di bicarbonato, 120gr. di noci o nocciole o noccioline o di quello che vi pare, anche niente.
Procedete sciogliendo insieme burro, cioccolato, zucchero e vaniglia. Aggiungete le uova e la farina setacciata con il bicarbonato, mischiate tutto e incorporate all’impasto la frutta secca scelta. Cuocete a 180° per almeno 30 minuti.

La questione cottura è molto delicata, perché i brownies non è chiaro quando siano veramente cotti, tutte le volte che farete la prova coltello vi sembreranno sempre crudi all’interno.
Per farvi un esempio pratico, i brownies hanno un po’ i tempi di un maschio 40enne, che anche dopo 10 anni insieme, vi dichiarerà candidamente di non essere pronto per qualsivoglia passo.
E’ chiaro che in questo caso sarà tutto più semplice, vi basterà spegnere il forno quando avrete deciso che sono cotti, fregandovene del loro cuore arido e crudo. Anche perché se biscottano troppo poi saranno immangiabili. Proprio come un maschio 40enne…
Fate poi raffreddare e servite tagliando a quadrettoni, magari accompagnati da panna o gelato alla vaniglia.
Perché se c’è una cosa che ho imparato da questo Bakery day è che di calorie nella vita non ce ne sono mai abbastanza. Si può sempre migliorare!

Annunci

16 commenti Aggiungi il tuo

  1. diego ha detto:

    Sei fantastica!!!!!

    Mi piace

  2. ilsabatomattina ha detto:

    Innamorata della tazza!!!! La voglio anch’io!!!! 😍

    Mi piace

    1. alincucina ha detto:

      Comprata a New York!! Ma non sarà difficile trovarla…

      Liked by 1 persona

      1. ilsabatomattina ha detto:

        Proverò a dare uno sguardo in rete… Magari su amazon… :))))))

        Mi piace

  3. labambina ha detto:

    Questi maschi 40 anni che tormento, meglio i Brunies

    Mi piace

    1. alincucina ha detto:

      Puoi dirlo forte, bambina!!

      Mi piace

  4. Nad ha detto:

    Hai proprio ragione, e’ la cottura la parte piu’ difficile…con gli uomini! Tu pensi che siano pronti, li tiri fuori e ti prepari, ed invece hai fatto solo un gran pasticcio e li fai scappare…ops volevo dire sono immangiabili!

    Mi piace

    1. alincucina ha detto:

      Brava Nad! Vedo che hai perfettamente afferrato il problema cottura…

      Mi piace

  5. giuliarossi15 ha detto:

    L’ha ribloggato su Rossi al tegaminoe ha commentato:
    mmmm… che fame !!!

    Mi piace

  6. Fiocchi di Burro ha detto:

    Ahahah sei adorabile! Ho riso un sacco! ^_^ …comunque è proprio vero, sono infingardi i brownies, la prima volta che li ho fatti tanto tempo fa – quando ero alle prime armi – per paura di farli crudi alla fine avevano la consistenza di meravigliosi cubetti di marmo 😛

    Liked by 1 persona

    1. alincucina ha detto:

      Anche i miei!

      Mi piace

      1. Fiocchi di Burro ha detto:

        E alla fine ieri ho fatto un sacco di brownies! La mia coscienza darà la colpa a te! ^^

        Liked by 1 persona

      2. alincucina ha detto:

        Che brava, ti saranno venuti benissimo!! Peccato che la tua coscienza non li possa mangiare… Se ne pentirà!

        Mi piace

  7. La Dona ha detto:

    Usi “Genetliaco” non posso più andare via!

    Liked by 1 persona

    1. alincucina ha detto:

      Ah, ah, ah!!!

      Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...