Il tempo della pera

Mini strudel1° marzo, interno sera. Desiderio irresistibile di ingozzarmi di dolci (sai che novità…), ma avendo spesso e volentieri tale desiderio, non ho più niente che possa assomigliare a qualcosa del genere. Perdindirindina, che si fa ora? Si rinuncia? Giammai!
Una triste e antica pera, che da giorni ignoro volontariamente, mi fissa supplicandomi di finirla in qualche modo.
Ok amica pera, esaudirò il tuo volere, ma prima dovrò renderti appetitosa.

Prendo dei quanto mai opportuni dischetti di pasta sfoglia da poco in commercio, quindi non potevo non comprarli.
Considerate che la confezione è da 16, per cui se questo è il vostro ultimo desiderio, allora ok, procedete pure. Altrimenti consiglio di farne un numero di pezzi accettabile da voi e dal vostro colesterolo (diciamo 8…) e surgelare i restanti dischetti.
Giustiziate la povera pera facendola in tanti pezzettini e metteteli in una ciotola con una 200gr. di ricotta, 50gr. di zucchero di canna, 200gr. di gocce di cioccolato fondente e 100gr. di nocciole tostate tritate grossolanamente. Se ne avete molte, potete anche lasciarle intere. Mescolate il tutto e ponete una mezza cucchiaiata del composto al centro dei vostri dischetti.

Chiudete poi tutti i lati dei dischetti, formando dei piccoli strudel. Spolverizzateli con un po’ di zucchero di canna e infornate per 20 minuti a 180°.

Una volta cotti e ancora caldi, potete anche arricchirli con un ciuffo di cioccolata alle nocciole e del cacao amaro in polvere.

Ministrudel

E anche questa volta, siamo riusciti ad evitare un calo ipoglicemico, rendendo degna sepoltura ad una povera pera.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...